Italy: Bologna - San Lazzaro - Castel San Pietro Terme - Riccione - Mirto Crosia

Cataratta

occhio-cataratta

La cataratta è un processo di progressiva perdita di trasparenza del cristallino, una lente che abbiamo dentro l’occhio che ci permette di mettere a fuoco. Le cause possono essere diverse (come un trauma, fenomeni infiammatori ripetuti, esposizione a radiazioni, congenita o iatrogena ad altri interventi chirurgici) ma la più comune è quella senile dovuta ad un fisiologico invecchiamento ed opacamento della lente.  I sintomi sono generalmente caratterizzati da un offuscamento visivo globale, perdita di nitidezza e dei dettagli, disturbi alla luce intensa o alla guida notturna;  può subentrare anche una miopizzazione, vale a dire un paradossale miglioramento della vista per vicino.  Esistono dei fattori di rischio che potrebbero anticipare l’avvento di questo fenomeno come ad esempio il diabete, il fumo, la prolungata esposizione alla luce solare e l’alcoolismo. L’utilizzo di occhiali da sole può aiutare, ma si arriva ad un punto in cui la correzione ottica con occhiali non permette più una visione idonea. A questo punto l’unica soluzione a questa problematica non è altri che la sostituzione di questa lente opaca con una lente intra-oculare artificiale, mediante un procedimento complesso con macchine di ultima generazione ma altresì ormai standardizzato, in anestesia topica, cioè con l’uso di un collirio.

Non esiste una terapia medica efficace. Solo la chirurgia consente il conseguimento di risultati brillanti e molto soddisfacenti per il paziente. Fondamentalmente è opportuno intervenire quando il deterioramento del visus è di ostacolo alla vita sociale, culturale, lavorativa del singolo paziente.

L’intervento di cataratta è una procedura che può essere affrontata non appena il paziente ed il medico riscontrano che la visione è così peggiorata da interferire con la qualità della vita del paziente. Si tratta di un intervento in Day Surgery, ovvero senza ricovero; si esegue in anestesia locale con solo alcune gocce di collirio; il paziente, pur rimanendo sveglio durante l’intervento non avverte alcun dolore. La tecnica universalmente utilizzata è la facoemulsificazione che può oggi garantire un immediato recupero visivo ed una notevole riduzione delle complicanze. L’intervento dura circa 20-30 minuti a seconda della procedura utilizzata e dopo poche ore il paziente può fare ritorno a casa.

Negli ultimi tempi la chirurgia della cataratta ha subito notevoli evoluzioni tecnologiche. L’introduzione del Laser a Femtosecondi o Femto Laser ha letteralmente rivoluzionato questa chirurgia. Si tratta di un laser con una lunghezza d’onda nel vicino infrarosso che utilizza impulsi di dimensioni infinitamente piccoli e della durata molto breve (un femtosecondo è pari ad un milionesimo di miliardesimo di secondo). Grazie ad esso le fasi principali dell’intervento vengono programmate dal chirurgo al computer con estrema precisione ed effettuate dal laser in pochi secondi senza l’utilizzo di bisturi e lame. Tutto ciò si traduce in un intervento molto più sicuro e preciso in alcune fasi fondamentali dell’intervento. Tutti i passaggi sono monitorati in tempo reale attraverso la tomografia a coerenza ottica (OCT), che esegue un controllo tridimensionale delle strutture da operare, guidando l’azione del laser. Non tutti gli occhi sono però compatibili con questa tecnica, solo l’oculista attraverso esami specifici può valutare e stabilire la metodica operatoria più adatta.

Dopodichè si inserisce un inserto di materiale biocompatibile detto IOL (Intra Ocular Lens) in sostituzione al vecchio cristallino opacizzato. Ve ne sono vari tipi; la maggior parte di quelli attualmente impiegati sono pieghevoli, il che consente, con l’ausilio di particolari iniettori, di introdurre una lente di 6 mm attraverso incisioni molto più piccole. Accanto ai cristallini tradizionali monofocali che consentono una buona visione per lontano, ma il cui impianto non consente la focalizzazione per vicino nè l’eliminazione dell’astigmatismo, esistono attualmente dei cristallini Premium. Si tratta di ottiche altamente sofisticate che consentono di eliminare oltre che la miopia e l’ipermetropia, anche i problemi di presbiopia e/o di astigmatismo.